Recensione Amazon music unlimited. Gratis per 30 giorni!

0

Indice

Opinioni e recensione sul servizio di streaming musicale Amazon music unlimited

amazon music unlimitedAmazon lancia la sfida a Spotify, Google Music e Apple Music. Lo fa scendendo in campo con un nuovo servizio chiamato Amazon music unlimited. Dopo la sfida parzialmente vinta sugli audiolibri con Audible, Jeff Bezos entra a gamba tesa sull’interna industria di streaming musicale e lo fa inaspettatamente, cercando di mantenere la notizia riservata fino al lancio.

Infatti il servizio è già pronto per tutti gli utenti Amazon prime e permetterà loro di accedere a migliaia di canzoni.

Noi di Dottor la Dritta lo abbiamo provato e vi facciamo la nostra recensione.

Recensione Amazon music unlimited

Iniziamo subito dicendo che ci accede ad Amazon Music unlimited può farlo attraverso il suo normale abbonamento cliccando qui e loggandosi Amazon music unlimited con le solite credenziali.

Dopo aver avuto accesso, Amazon ci chiederà due opzioni di attivazione, seguendo le modalità già utilizzate da Spotify ovvero:

  • Individual plan (per piani singoli quindi avrete accesso solo voi
  • Family Plan (per un account diviso con i vostri famigliari, fino a 6 di loro compresi voi)

recensione amazon music unlimited

Scegliete il piano e date avvio al periodo di prova di 30 giorni.

Come vedete la struttura e le opzioni sono molto simili a Spotify, Google Music ed Apple Music. Migliaia di canzoni già disponibili da poter ascoltare quando volete e senza limiti di riproduzione.

La cosa che mi ha sorpreso avendo provato Spotify sin dall’inizio è che Amazon Music unlimited è un prodotto già pronto, diverso da come era spotify all’inizio, ma è pur vero che stiamo parlando di un gigante del web.

Le canzoni presenti sono davvero quasi tutte. Si passa dalle hit del momento fino al cantautorato italiano di nicchia.
La pubblicità è assente (ovviamente al contrario di spotify qui esiste solo l’abbonamento a pagamento).

opinioni amazon music unlimited

Da quello che sappiamo sono stati selezionati diversi esperti di musica italiani che stanno creando diverse playlist pronte per essere messe tra i preferiti.

Anche qui come Spotify è possibile scaricare offline la musica. Opzione molto utile per chi ascolta spesso gli stessi album e vuole preservare i Giga sullo smartphone.

Chi ha Prime paga di meno?

I clienti già Amazon Prime avranno l’opportunità di avere un abbonamento annuale di 99 euro per la formula individuale o di 149 euro per quella famigliare, evitando così di pagare ben due mensilità per l’abbonamento familiare.

La funzione che ci ha colpito di più

Nel corso del tempo sicuramente avrete comprato qualche album in digitale su Amazon e la cosa bellissima è che l’app vi permette di trasferire in offline sul cellulare gli mp3 precedentemente acquistati così da poterli ascoltare anche da un altro lettore dello smartphone.

recensione amazon music unlimited

Differenze Amazon Music unlimited con Spotify e Apple Music

Amazon Music unlimited come detto parte già alla grande. E’ attivo da pochissimo tempo ma già lo reputiamo all’altezza dei concorrenti. Ciò nonostante sarà ormai l’abitudine dell’interfaccia o dell’app che abbiamo fatto con i competitor ma al momento preferiamo ancora Spotify per alcune piccolezze che sicuramente saranno colmate nei prossimi giorni.

Piccolezze come ad esempio quella di tenere il secondo esatto di riproduzione nel momento in cui usciamo dall’app o dal sito e lo riapriamo su un altro device.

Per il resto assolutamente da provare. Jeff Bezos ha fatto centro di nuovo, ma vediamo se riuscirà a limare il dominio di Spotify.