blackchain cosa è

Blockchain, perchè rivoluzionerà le aziende e le nostre vite?

Blockchain cosa è?

Il blockchain è un database distribuito su migliaia di computer attraverso la tecnologia P2P (peer-to-peer). Ciò significa che i dati contenuti all’interno sono inattaccabili da chiunque, in quanto distribuiti su tutta la rete che lo utilizza.

Vi faccio un esempio molto pratico. Avete presente quando vi connettete al sito della vostra banca online? In quel momento state accedendo al server della banca nel quale sono presenti le vostre transazioni. Un hacker o la banca stessa (anche se è controproducente per lei) potrebbe manipolare le vostre transazioni aumentandone l’importo in caso di addebiti. Con la blockchain ciò non è possibile in quanto utilizzando il vostro accesso solo voi potrete vedere i vostri dati che sono distribuiti in migliaia di pc, e che saranno visualizzabili solo da voi nel momento di accesso alla blockchain.

Come funziona la tecnologia blockchain?

E’ un sistema complesso da comprendere proprio per questo abbiamo deciso di scrivere questo articolo per semplificare la comprensione.

Per chi in passato era molto pratico con programmi P2P (vedi Emule, vedi Torrent e così via) capirne il funzionamento sarà molto più semplice.
Ad esempio quando vi connettevate alla rete emule per scaricare un file legale :D, vi connettevate a migliaia di pc dove risiedeva il dato. Molte porzioni del vostro file si trovavano sparse in internet, ed il vostro client (Emule o Torrent) ricomponevano i file e li scaricavano sul vostro pc.

C’è però una differenza abissale a favore della tecnologia blackchain. Mentre li alla fine si possedeva il file completo, qui invece viene spacchettato e avrà domicilio solo per una piccolissima e infinitissima parte nel vostro pc.

blockchainAttualmente la blockchain è utilizzata esclusivamente per i Bitcoin ma viene indicata da tutti come l’invenzione del decennio. Proprio per questo più di 40 banche hanno iniziato ad investire nelle aziende che si occupano di blockchain.

Dove è utilizzata e come sarà possibile utilizzare la blockchain?

Al momento viene utilizzata per le transazioni sui Bitcoin. Se ricordate bene nel momento in cui nacquero i Bitcoin una delle obiezioni più grandi da parte delle banche e del fondo monetario internazionale fu appunto quello della possibilità di falsificare i dati da parte del creatore Satoshi Nakamoto.
In questo modo non ci sarebbe stata garanzia nelle transazioni.

E siccome Satoshi è un tipo molto sveglio ha pensato di creare un sistema non modificabile da nessuno distribuendolo in rete su diverse fonti.blackchain bitcoin
Le banche hanno fiutato l’affare ed al momento oltre 40 di esse stanno investendo sulle startup di BlockChain, perchè gli usi possono essere migliaia.

Estrapolata dal contesto dei Bitcoin, può essere utilizzata in qualsiasi ambito in cui vi è una relazione tra due o più soggetti. E la cosa più interessante è che può togliere gli intermediari e le loro costose commissioni. Come?

Immaginate i campi di applicazione dallo scambio di denaro, di titoli e azioni, e addirittura proiettandoci nel futuro potrebbe sostituire anche atti notarili e passaggi di proprietà. Tutto questo garantendo l’anonimato e soprattutto non si presta a distruzioni di database o di carta. E’ stato ipotizzato di poter ridisegnare il concetto di seggio elettorale. In quanto ogni transazione verrebbe tracciata, sorvegliata da una rete di nodi enon si presterebbe a brogli, ma anche se ci fossero sarebbero supertracciati. Lo so, questo è un futuro molto lontano sopratutto in Italia dove molte di queste innovazioni arrivano sempre con molto ritardo.

Investire nelle Startup della blockchain

Come vi dicevo poco fa molte banche stanno iniziando ad investire in società che si occupano di blockchain e che preparano infrastrutture pronte per poter utilizzare questa tecnologia.

Le startup che lavorano alla Blockchain hanno attirato secondo le stime degli analisti investimenti per circa 1 miliardo di dollari. Al momento l’interesse è ancora poco forte in Europa. Infatti il 70% degli investimenti è Extra-UE ma l’Inghilterra rispetto gli altri paesi europei è molto attiva.
Al momento nessuna di queste startup si trova su una borsa primaria ma sono in mercati OTC (over the counter). Per chi non lo sapesse sono dei mercati la cui negoziazione si svolge al di fuori dei circuiti borsistici ufficiali. Vi segnalo le migliori aziende blockchain comprese di codici di negoziazione:

  • BTCS (OTCQB:BTCS)
  • Global Arena Holding (OTC:GAHC)
  • HashingSpace (OTC:HSHS)
  • DigitalX Limited (ASX:DCC)
  • BTL Group (TSXV:BTL)
  • Coinsilium Group (ISDX:COIN)
  • First Bitcoin Capital (OTCMARKETS:BITCF)

Perchè la blockchain dovrebbe sostituire gli attuali server e cambiare l’intero sistema?

La blockchain secondo molte persone sostituirà gli attuali server per diversi motivi, tre in particolare:

  • Sicurezza come vi accennavo prima
  • Anonimato
  • Abbassamento dei costi di gestione per le aziende (immaginate quanti server verranno risparmiati ed il costo sulla manutenzione di essi)
  • Meno costi di gestione per le banche riguardo l’uso di intermediari sui pagamenti (Visa, Mastercard o Paypal)
  • Utilizzando la tecnologia Blockchain, le banche possono trasferire milioni di asset in tempo reale, tenendo sotto controllo possibili frodi
  • Tutto ciò si tradurrebbe in risparmio per il cliente o consumatore

blackchain cosa è

Quali sono i problemi che dovrà affrontare la Blockchain?

Non è tutto oro ciò che luccica. La blockchain ovviamente dovrà risolvere alcuni problemi, che saranno più smart in paesi evoluti e meno smart in paesi che tardano a ricevere innovazione.

  • Deve essere migliorata la velocità della rete.
  • Tecnologia non di facilissima comprensione, soprattutto per far passare il processo rivoluzionario agli occhi dei manager delle aziende.
  • Attualmente non ci sono falle di sicurezza ma con l’uso di massa potrebbero esserci.
  • Quarta ma forse più importante è la mancanza di legislazione. Questa tecnologia è rivoluzionaria, ma mancano leggi legate alla privacy. E’ pur vero che ve ne sarà di più, ma bisogna far passare il concetto alla legislazione che i dati del proprio conto corrente o del proprio mutuo risiedono in 1000 computer diversi.

Se l’articolo vi è piaciuto aggiungete la nostra pagina su Facebook o Twitter e ci darete la benzina per continuare 😀

Ah dimenticavo se volete iniziare a sperimentare qualcosa con i Bitcoin e blackchain, questo è il link.

Lascia un commento