Recensione Google Backup and Sync: troppo allarmismo per la migrazione Drive

0

Indice

Migrazione Drive – Google backup and Sync, c’è da preoccuparsi?

Data la mole di informazione errate che stanno circolando in rete sul nuovo passaggio da Google Drive a Google Backup and Sync abbiamo deciso di fare chiarezza con una bella recensione e spiegazione delle differenze che il nuovo servizio avrà rispetto drive.

Addirittura su un famoso blog americano questa era la notizia:
“Google is killing its Drive desktop app”
Assurdo, come fa Google a buttare nel cassetto (per non dire altro) il servizio di cloud più utilizzato al mondo?
Ed infatti…è tutto falso! Google conosce bene la potenza di Drive e vuole aumentarla ancor di più.

recensione google backup and sync

Cosa è Google Backup and Sync?

Google Backup and Sync possiamo definirlo come un Google Drive 2.0.
Integrerà i sistemi di Drive con quelli dell’app Foto. In sostanza avremo la possibilità da Google Backup and Sync di decidere alcune opzioni relative al caricamento di fotografie e video all’interno della vecchia app di Drive che cambierà interfaccia e nome del servizio in Google Backup and Sync.

Leggendo in rete molti utenti sono stati vittima di inutili allarmismi di alcuni blog e quotidiani che parlavano di migrazione di Drive.
Per passare da Drive a Google Backup and Sync basterà dal vostro pc o Mac fare una installazione di Google Backup and Sync che andrà a sostituire il vecchio programma di Drive.

Manterrà impostazione e tutti i file che avevate in condivisione.
Insomma ai nostri occhi rimarrà tutto uguale riguardo i file.

Quali cambiamenti porta Google Backup and Sync?

I cambiamenti riguardano soprattutto le foto.
La prima implementazione vede ora la vecchia suite di Drive integrare anche Google Foto. Infatti da ora sarà possibile caricare anche i file Raw anche se sembrerebbe che quest’ultimi vadano a pesare sullo spazio gratuito (aspettiamo conferme al momento a noi i C2r della canon influiscono, sarà forse un problema temporaneo?). Se così fosse una buona notizia per tutti i fotografi e per chi fa microstock!

La seconda grande differenza è la possibilità di inserire nel cloud qualsiasi cartella e non solo la classica cartella Google drive. Quindi potete inserire la cartella documenti, video o quella che volete.

Inoltre sarà possibile creare un livello di condivisione anche per pendrive e sd connesse al pc e sarà possibile limitare la rete in fase di upload e download.

Questo farà si che non si creino più problemi di saturazione della rete.

Come è possibile fare la migrazione da drive a Google backup and Sync?

Non dovrete far nulla, vi basterà installare sul pc la nuova suite scaricabile qui e automaticamente riceverà tutte le vecchie impostazioni e la cartella già condivisa.
Insomma semplicissimo, serviva davvero questo allarmismo dalla rete?

E invece cosa è Google Drive File Stream?

BigG allo stesso tempo ha creato una suite aziendale di Drive che permetterà un pieno settaggio da parte dell’IT per gli appartenenti alla rete cloud. Quindi si potrà gestire al il periodo di sincronizzazione del dato che potrà essere anche in differita, e settare solo alcune cartelle ad esempio condivisibili ad un solo settore aziendale e così via.