Togetherprice – Opinioni e recensione sul servizio di condivisione

0

Indice

Recensione e opinioni di Togetherprice: condividi abbonamenti di Spotify, Netflix e molti altri

File sharing, doc sharing, car sharing, flat sharing tutti questi bei termini per ricordarci che stiamo entrando nella sharing economy. Siamo nella fase di economia della condivisione, e Togetherprice si colloca proprio in questa bellissima nicchia.

condividere-netflixA Ricordarcelo sono i grandi colossi Google, Apple, MicrosoftSpotify e Netflix, con la possibilità di condividere gli abbonamenti ad alcuni dei loro servizi più conosciuti

Ecco quindi che noi di Dottor la Dritta vi diamo una “dritta” su come utilizzare dei prodotti nella versione “premium” risparmiando attraverso la condivisione dell’abbonamento.

Togetherprice: risparmia condividendo con persone che non conosci

Molti di questi servizi fra cui Google Play Music, Apple Music, Spotify Premium, Netflix, Xbox live vi permettono di sottoscrivere abbonamenti con la possibilità di andare a condividere l’abbonamento.

La condivisione ormai consentita dai giganti del web

All’inizio alcune aziende diedero la possibilità di utilizzare il proprio servizio su più dispositivi di un unico intestatario. Ben presto però pensarono alla necessità di dover pagare più abbonamenti in uno stesso nucleo familiare per usufruire dello stesso servizio.

In primis Apple trovò la soluzione per condividere le App a pagamento in famiglia. Da li tutti i più grandi attori sul mercato hanno cominciato ad adattarsi e oggi siamo nella situazione in cui non è più visto di cattivo occhio la condivisione fra più persone di uno stesso abbonamento.

Pensate a Microsoft con Xbox live. Ha introdotto il download digitale dei giochi appositamente per questo scopo. Fornire la possibilità a due fratelli che oramai non vivono più assieme di comprare un gioco in due (risparmiando qualche €) con la possibilità di poterlo condividere. Ma oggi molti di noi sfruttano questa possibilità per condividere con amici.

Netflix massima esponente di questa politica

Netflix ha recentemente dichiarato attraverso le parole del sui CEO Reed Hastings: “Non ci sono piani riguardo la condivisione delle password. Si tratta di un fenomeno con cui bisogna imparare a convivere perché ci sono molti casi in cui è legittimo condividerle, come ad esempio con il proprio coniuge o i figli”.

Tutto molto bello, ma allora cosa fa Togetherprice?

Ad inserirsi nella nicchia della condivisione ci ha pensato una start-up romana Together Price che attraverso la sua piattaforma di “Sharing Network” permette di gestire le condivisioni di tutti questi servizi con amici, parenti, figli e coinquilini, andando di fatto a ridurre il costo del servizio semplicemente sfruttando la possibilità di condividere fra più dispositivi l’abbonamento. Qui di sotto trovate una tabella chiarificatrice.

USARE UN SERVIZIO NELLA SUA VERSIONE ESTESA “PREMIUM” A PREZZI VERAMENTE ALLETTANTI

togetherprice
togetherprice

Come funziona togetherprice?

Dovete registrarvi come qualunque altro sito con la vostra email per poi essere in grado poi di poter condividere o utilizzare la condivisione di qualche servizio. Potete anche tranquillamente accedere con il vostro account Facebook

recensione togetherprice
recensione togetherprice

Una volta registrati la piattaforma vi invierà una email di conferma dalla quale potete confermare la registrazione e completare il vostro profilo con qualche dato. Molto bene il fatto che il sito sottolinei la sua totale volontà di non condividere i vostri dati con nessuno.

opinioni togetherprice
opinioni togetherprice

Il menu di togetherprice

  • TP NETWORK
  • La mia Crew
  • Condivisioni Create
  • Le mie Condivisioni

togetherprice

Tp network è la sezione del sito in cui sono elencate tutte le proposte di condivisione attualmente attive con scritto quante persone mancano per chiudere la condivisione.

togetherprice

La mia Crew invece è la sezione del sito in cui inserire le persone autorizzate ad accedere alle proposte di condivisione che pubblico. Saranno quelle che potranno accedere alla condivisione senza andare a farmi la richiesta ma semplicemente partecipando.

Condivisioni create non è nient’altro che la sezione in cui visualizzare tutti gli abbonamenti attualmente condivisi da noi stessi.

Per creare una nuova condivisione è necessario inserire un numero di cellulare valido da associare all’account ed un indirizzo valido di Paypal sul quale ricevere il pagamento della quota mensile. Potrò inoltre decidere se rendere il servizio pubblico o privato. Nel caso in cui sia pubblico dovrò accettare eventuali richieste provenienti da persone non all’interno della mia crew.

Quali servizi sono presenti in togetherprice?

Ad Oggi la community ha in condivisione i seguenti servizi

  • Netflix (4k e non)
  • Google Play music
  • Spotify premium
  • Apple Music
  • Xbox Live Gold
  • Office 365
  • Kasperskylab
  • Avg Antivirus
  • Apple music

Che dire un servizio veramente intelligente per condividere gli abbonamenti andando a risparmiare un po’ sul costo mensile.
Clicca qui per accedervi

together price

BELLA DRITTA!